Non voglio fare per forza la rompiscatole però non riesco a non dichiarare guerra a quelli che mozzano le parole eliminando senza un motivo l’ultima vocale. “Abbiam deciso, siam cresciuti, han detto”. Ma che é? Cioé, secondo voi fa figo scrivere in questo modo? L’ultima vocale serve a dare musicalità al susseguirsi delle parole, toglierla fa venire fuori un suono artificiale, costruito, ed é pure più difficile da pronunciare. Quando lo leggo negli sms ci posso anche passare sopra, perché tanto ormai é una moda e mi sono rassegnata, ma quando lo leggo nei libri mi dà proprio fastidio. Non se ne può più. Usatele le vocali, che non si pagano.

Libera! Come un uccellino, come il vento, libera come Frank Morris fuggito da Alcatraz… :) finalmente!

aaaah, che meraviglia quando un bel bagno fresco, sottofondo zen e una decina di candele ti ridanno vita :)

chi pretende troppo da sè stesso finisce sempre col ritrovarsi un bel pomeriggio con una morsa allo stomaco e un mal di testa epico. E’ proprio testato. E non c’entra il fatto che la mia stanza sia chiusa come il bunker di Hitler per non far passare la luce e di conseguenza il caldo. E’ che proprio mi sento esaurita sotto tutti i punti di vista. Questi 3 mesi sono stati talmente pesanti da sembrarne 6. L’università mi ha prosciugata, e mi sta prosciugando mentalmente, perchè ancora non ho finito, l’ultimo esame è la settimana prossima; in soli 3 mesi ho fatto lo stesso numero di esami che normalmente non avrei fatto neanche in 1 anno, e mi sento distrutta. Non è facile svegliarsi col mal di testa e addormentarsi con lo stesso mal di testa, solo un pochino più forte. Ed è pure un consumo così assurdo di energie nervose che sono diventata proprio apatica. Prima di un esame qualche mese fa mi venivano le convulsioni, ora invece non sento più niente. Non un filo di emozione, non un po’ d’ansia, talmente piatta che i miei colleghi mi chiedono come sia possibile stare in quel modo. Questo almeno è un bene, perchè si rende anche di più, ma non so se è una calma vera, forse è più stanchezza fisica e mentale. 

E poi sono stanca di essere sempre la fidanzata non-rompiballe, perchè poi mi metto nei panni del poveraccio della situazione, e già la vita è un continuo grattacapo, non mi ci voglio mettere anche io, però c’è un limite a tutto. Ogni tanto mi girano anche, non solo come fidanzata, proprio come persona. E oggi poi sono proprio inviperita, che se ce l’avessi a portata di mano e lo mordessi, tempo un’ora e sarebbe già freddo e rigido come un blocco di marmo, tant’è il veleno che ho in corpo. Ce l’ho con lui perchè ogni tanto vorrei un po’ di normalità anche io, mi sono un po’ rotta le palle di adeguarmi agli impegni altrui. Pardon, agli impegni suoi, che a poco più di vent’anni vive come quei neurochirurghi di mezza età delle serie tv americane. Va bene avere un lavoro e farlo seriamente, ma trova un compromesso, perchè vivere da 40enne a 20 anni non va bene. Spero per lui che a 40 non gli venga la voglia di averne di nuovo 20, perchè sarebbe pure peggio, poi. 

Vabbè, torno a studiare, che tanto questo solo mi tocca fare fino a mercoledì. Poi mi darò alla pazza gioia, chi c’è c’è, chi non c’è non c’è. E casa mia la voglio vedere solo per dormire per almeno 10 giorni di totale nullafacenza.

sfogo

ebbene sono pronta a fare outing: l’ultimo film che ho visto al cinema è stato “Un amore senza fine” (endless love), e l’ho adorato. L’ho trovato bellissimo, per quanto pieno di smancerie e con qualche luogo comune infilato qui e là. Sarà anche considerato il remake di “Amore senza fine” di Zeffirelli, ma è decisamente meno tragico e per i miei gusti più carino, perchè a noi inguaribili romantiche il lieto fine piace sempre, e quando l’amore trionfa e si riaccendono le luci in sala, cominciamo a cercare un po’ dell’eroe romantico cinematografico in chi condivide davvero con noi i giorni della nostra vita,  e se il confronto dovesse essere poco confortante, pazienza! Potremmo sempre consolarci pensando che, si sa, la realtà è un’altra cosa.

alex pettyfer gabriella wilde endless love un amore senza fine brown university